Carta Nova Findomestic: quanto costa la funzione revolving?

Carta con rimborso rateale Findomestic: conviene Carta Nova?

Le carte di credito “revolving” costituiscono uno strumento molto comodo, concesso dalle banche o dalle finanziarie, per ottenere liquidità sempre disponibile in tutti i momenti in cui si effettuano spese, transazioni o pagamenti con bonifici.

Si chiamano revolving perché prevedono un piano di rimborso a rate della spesa effettuata mediante carta. Tra le diverse carte di credito revolving presenti sul mercato, Findomestic, la finanziaria legata al gruppo BNP Paribas, mette a disposizione Carta Nova: scopriamo di cosa si tratta e quanto costa in questo caso la funzione revolving.

Nome Carta Costo annuo Fido Modalità di rimborso Numeri Utili
Carta Nova 0,00 euro 1.500 euro Addebito diretto in conto corrente
  • Attivazione carta: Numero verde 800 311 311
  • Blocco carta: Italia 800 254 762 – Estero 0039 055 32 32 242

Fino a 1500 euro mensili da rimborsare in due modalità

Carta Nova Findomestic (disponibile in numerose versioni, come ad esempio la Euronics, la Media world, o Banca Etruria) viene erogata per rendere più comodi acquisti (vedi anche Prestiti onlime immediati) ed altre operazioni finanziarie: si tratta infatti di una carta di credito che può essere utilizzata per pagare in tutti i negozi convenzionati che possiedono un pos, oltre che per prelevare contante agli sportelli Bancomat e in modalità banking online per effettuare bonifici. Queste operazioni risultano totalmente gratuite per il titolare della carta.

Collegata al conto corrente di chi la richiede (vedi anche Carta rateale senza conto corrente), Carta Nova Findomestic mette a disposizione fino a 1500 euro al mese e prevede due opzioni di rimborso: pagamento a saldo a fine mese (in cui viene rimborsato in un’unica soluzione ciò che è stato speso) senza interessi, ed a rate mensili con importo a scelta del richiedente, ma a fronte del pagamento di tassi di interesse. Ogni volta che viene utilizzata una certa somma, questa viene scalata dal totale disponibile, mentre al momento del rimborso il plafond torna di nuovo utilizzabile.

I tassi di interesse e le spese sulla funzione revolving

Le operazioni effettuate per transazioni ai pos, prelievi agli sportelli ATM ed home banking sono completamente gratuite. Se si sceglie di rimborsare la somma prestata con rate mensili (usufruendo quindi della funzione revolving), bisogna pagare tassi di interesse come TAN fisso e TAEG, che nello specifico ammontano rispettivamente al 15,36% e 21,28%.

A questi vanno aggiunti i 2 euro di imposta di bollo per ogni estratto conto e le spese mensili per la tenuta dello stesso, pari a circa 3,99 euro nei mesi in cui si hanno rimborsi in corso. Per fare un esempio, se si chiedono in prestito 1500 euro in plafond e si sceglie di rimborsare la somma con la modalità di rate mensili, poniamo di 60 euro più una di 28,41 euro, il piano di ammortamento prevederà 34 rate, con un importo finale di circa 2.068 euro. Consigliata, perciò, per brevi periodi e solo quando se ne ha effettiva necessità.

Prodotti Findomestic

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *