Cessione del quinto Intesa Sanpaolo: costi e caratteristiche

Cessione del quinto Intesa SanPaolo: chi può richiederla?

Quando si necessita di liquidità, tra le varie proposte di credito al consumo c’è la cessione del quinto dello stipendio o pensione che, per alcune sue peculiari caratteristiche, può essere in alcuni casi la soluzione più adatta al proprio impasse economico. Scopriamo insieme cosa offre a riguardo Banca Intesa Sanpaolo.

Indice

Chi è Intesa Sanpaolo?

logo intesa sanpaolo

Banca Intesa Sanpaolo fa parte dell’omonimo Gruppo, leader in Italia con circa 3.800 filiale capillarmente distribuite sul territorio nazionale ed ampiamente diffuso anche a livello europeo (con oltre 850 filiali). Offre alla sua clientela, privata e business, un pacchetto completo di prodotti che vanno dal risparmio all’investimento, dai mutui ai prestiti, dalla previdenza alle assicurazioni.

Cos’è la cessione del quinto?

rappresentazione grafica della quinta parte

E’ una forma di prestito personale a tasso fisso, che presenta alcune specifiche caratteristiche:

  • l’importo della rata non può superare il quinto dello stipendio/pensione al netto di ritenute fiscali e previdenziali;
  • durata 24/120 mesi;
  • rimborso a mezzo trattenuta in busta paga/cedolino della pensione ad opera del datore di lavoro/Inps;
  • copertura assicurativa vita e/o impiego obbligatoria per legge;

Queste particolari modalità di rimborso determinano alcune limitazioni ma anche alcuni vantaggi:

  • può essere richiesto soltanto dai dipendenti con busta paga o dai pensionati;
  • non è necessario un garante e non viene preso in considerazione il merito creditizio in quanto fungono da garanti il datore di lavoro o l’inps che effettuano materialmente la trattenuta e il pagamento. Per questo è un tipo di finanziamento adatto anche ai protestati;
  • spesso prevede tassi agevolati in quanto le categorie a cui il finanziamento in questione si rivolge sono considerate affidabili dalle banche;
  • è facile trovare banche e finanziarie che hanno stipulato convenzioni a favore delle categorie a cui la cessione del quinto si rivolge, quindi è opportuno informarsi e confrontare i tassi di più preventivi prima di scegliere;
  • la polizza assicurativa può incidere sui costi accessori;
  • l’importo massimo richiedibile è strettamente dipendente dall’entità del proprio stipendio/pensione.

(Approfondimento: Polizza CPI)

Cosa offre Intesa Sanpaolo?

immagine di una consulente che illustra le condizioni offerte

Anche Intesa Sanpaolo prevede in catalogo la cessione del quinto (col nome di Per Te Prestito Dipendenti pubblici, MEF o pensionati Inps) tra le possibilità di finanziamento, ma esclude dall’offerta i dipendenti privati, seppur con contratto a tempo indeterminato. Infatti la cessione del quinto Intesa SanPaolo si rivolge esclusivamente ai pensionati (età max. 82 anni), agli impiegati statali (dipendenti di Comuni, Regioni, Provincie e Forze Armate) e agli stipendiati dal Ministero dell’Economia e delle Finanze (come ad esempio gli insegnanti e i Finanzieri).

Nel caso di dipendenti pubblici e del MEF l’importo totale richiedibile (comprensivo di interessi e imposte) va dai 4.800€ a 80.000€. Le spese di istruttoria e di incasso rate sono gratuite mentre la copertura assicurativa obbligatoria è interamente a carico della banca (cosa non scontata) e ciò implica che il TAEG si discosti poco dal TAN.

Nel caso di pensionati, il montante richiedibile va da 3.600€ a 75.000€ ed i tassi, pur competitivi, sono leggermente più alti rispetto a quelli offerti ai dipendenti pubblici (ciò è dovuto alla maggiore età di un pensionato rispetto a quella di un dipendente e quindi al più alto fattore di rischio percepito dalla banca). Anche in questo caso, istruttoria e incasso rate sono gratuite così come la polizza assicurativa, sempre a carico di Intesa Sanpaolo.

Documentazione richiesta

rappresentazione di documenti

Se interessati ed in possesso dei requisiti richiesti, per avviare la pratica occorrerà presentarsi in filiale muniti di:

  • documento d’identità valido;
  • codice fiscale;
  • busta paga/cedolino della pensione;
  • documento che certifichi la quota cedibile dello stipendio/pensione.

Al termine della fase di istruttoria, se non ci sono ostacoli, la somma pattuita sarà:

  • accreditata e subito disponibile sul conto del beneficiario nel caso in cui sia titolare di un conto corrente Intesa Sanpaolo;
  • erogata a mezzo bonifico bancario se il beneficiario è titolare di un c/c presso altro istituto. In tal caso la somma sarà disponibile entro ⅔ giorni lavorativi.

Estinzione anticipata cessione del quinto

Per legge il consumatore può estinguere, in toto o in parte, il debito residuo in qualunque momento richiedendo il conteggio estintivo ed il recupero degli interessi non maturati. Non sarà dovuto alcun indennizzo alla banca nel caso si rimborsi la totalità del debito residuo e quest’ultimo sia inferiore a 10.000€. Negli altri casi si dovrà una commissione di:

  • 0,50% della somma rimborsata anticipatamente se la vita residua del prestito è uguale o inferiore ai 12 mesi;
  • 1% dell’importo se la vita residua del finanziamento è superiore ad 1 anno.

(Approfondimento: Estinzione anticipata cessione del quinto)

immagine di cornetta telefonica

Contatti utili

In caso si necessitasse di assistenza o informazioni si può contattare il Servizio Clienti:

  • dall’Italia al Numero Verde 800.303.303;
  • dall’estero al numero +39 011 8019.200.

Prodotti e servizi Intesa Sanpaolo