Prestito NoiPA – Quali sono i requisiti?

Prestito NoiPA – Quanto posso chiedere?

Il piccolo prestito NoiPA è un finanziamento agevolato che può essere richiesto dai dipendenti pubblici direttamente sul portale NoiPa, attivo dal 2013. Gli amministrati possono così fruire di un piccolo prestito le cui rate verranno direttamente scalate dallo stipendio. Attualmente il servizio viene offerto in modalità self service, in modo da evitare di doversi recare direttamente presso la propria amministrazione o presso gli uffici INPS (vedi anche Cessione del quinto INPS). La funzione online sostituisce quindi quella tradizionale agevolando gli utenti che potranno espletare in completa autonomia tutte le operazioni di richiesta e ricevere direttamente l’accredito sul proprio conto corrente.

Come si richiede

Per prima cosa si deve accedere all’area self service mediante la quale si possono anche effettuare delle simulazioni prestiti così da calcolare del finanziamento NoiPa interessi e rate mensili, nonché visualizzare lo stato di avanzamento della pratica inoltrata. Grazie alla modalità self service la richiesta può essere effettuata 24 ore su 24. Vediamo quindi quali sono i vari passaggi per effettuare la richiesta.

Si deve accedere con user-id e password, poi con il pin personale o la Carta nazionale dei servizi e si deve avere un conto corrente bancario o postale dove viene accreditato normalmente lo stipendio. Dopo essere entrati nell’area riservata si procede con la richiesta, ma comunque è preferibile prima effettuare una simulazione del piano di ammortamento. Questo viene calcolato prendendo come riferimento i dati presenti nell’ultimo cedolino disponibile.

Una volta effettuata la richiesta ci sono dei tempi che l’INPS si prende per verificare i dati e questo, talvolta, comporta una diversità tra i dati reali e le simulazioni. Per procedere infine con la richiesta, si deve inserire il pin. Una volta che l’INPS avrà effettuato tutti i controlli atti a verificare le reali condizioni dell’amministrato, se tutto sarà in regola, procederà con l’accredito del piccolo prestito sul conto corrente indicato.

Quanto tempo si deve aspettare

Per ottenere il piccolo prestito INPDAP pluriennale i tempi di erogazione si aggirano attorno ai 45 e 60 giorni, ma non si possono comunque dare tempistiche certe in quanto tutto dipende dal tempo che impiega l’INPS a effettuare tutti i controlli necessari sulla condizione del richiedente amministrato. In ogni caso è possibile, sempre dall’area personale, controllare lo stato di avanzamento della pratica.

Quando può essere richiesto

Piccolo prestito NoiPa requisiti: non tutti, ovviamente, possono accedere a questa forma di prestito. Come è facile intuire bisogna necessariamente essere lavoratori dipendenti pubblici per esempio insegnanti e bisogna avere i seguenti requisiti:

  • essere dipendenti e pensionati pubblici
  • essere iscritti alla gestione unitaria
  • aver versato 4 anni di contributi

Tabella riassuntiva

Piccolo prestito NoiPa tempi di erogazione 45-60 giorni circa
Durata del prestito (annuale o pluriennale) 12, 24, 36 e 48 rate ciascuna costituita da un importo di interessi e una quota capitale
Quanto viene finanziato Può essere autorizzata una somma pari al doppio dello stipendio mensile
Tasso di interesse (TAN) 4,25% annuo

Tabella riassuntiva

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *