Come cambiare Banca – Guida al trasloco del prestito

Guida utile su come cambiare banca senza spese

Cambiare banca è diventato più semplice: oggi sono imposti tempi certi che non dipendono più dalle decisioni dei vari Istituti di credito; 12 giorni lavorativi o la banca affronta il rischio di dover dare dei rimborsi per il disservizio al correntista intenzionato a interrompere il rapporto bancario.

Sussistono tuttavia dei limiti sui tipi di servizi che possono essere trasferiti in modo automatico e altri no (un mutuo in corso, Telepass e accredito pensione Inps). Nel particolare vediamo come cambiare banca con dei prestiti in corso.

Come e cosa fare

La prima condizione è quella di avere un conto già attivo sul quale trasferire i servizi e i prestiti. Quindi, indipendentemente dal tipo di conto scelto (ad esempio online oppure tradizionale) si deve scegliere ed aprire il rapporto che si considera più adatto. A questo punto si può decidere di seguire tutto l’iter burocratico personalmente oppure dando incarico alla nuova banca.

Nel primo caso si deve contattare ogni società o banca con le quali si ha in corso un mutuo o un prestito o la domiciliazione delle utenze e fornire il nuovo iban nelle modalità richieste.

In alcuni casi è possibile usare l’apposito modulo mentre in altri una e-mail o una raccomandata a seconda delle indicazioni fornite. A questo punto si deve attendere che i pagamenti vengano fatti sul nuovo conto e poi disattivare le rid sul vecchio conto (se si richiede la chiusura questo passaggio è inutile).

Se invece si sceglie il servizio del Trasloco Banca, riempiendo e firmando l’apposito modulo disponibile anche nella versione on line, sarà lo stesso istituto di credito ad occuparsi di tutto. Si deve però tener presente che alcuni trasferimenti non possono essere fatti dall’istituto di credito, come ad esempio il trasferimento del Telepass oppure l’accredito della pensione Inps (vedi anche Numero verde Inps).

Mutui e prestiti rientrano invece nella categoria dei servizi di pagamento che possono essere traslocati in modo automatico.

Il Trasloco dei prestiti

Il decreto Bersani introducendo la possibilità di poter effettuare la surroga dei mutui ha aperto la strada a una maggiore facilità di “trasferimento” dei finanziamenti.

Questa procedura non è simile a quella dei mutui ipotecari, ma è più immediata: ci si rivolge semplicemente ad una banca che ha un prestito con tassi più convenienti. A questo punto si richiede il conteggio di estinzione sul finanziamento che si ha in corso, che viene rimborsato interamente accendendo un nuovo prestito.

Alcune banche hanno creato delle promozioni molto valide come Banca Credem che con il Trasloco Avvera che offre uno sconto sul prestito fino a 1200 euro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *