Cessione del Quinto Compass: requisiti minimi e tassi

Cessione del quinto Compass per pensionati e lavoratori

La cessione del quinto è una particolare forma di finanziamento in prevalenza riservata a dipendenti statali, dipendenti pubblici o pensionati (che magari hanno in atto già una forma di finanziamento e di cui sono lontani dalla rata di saldo). In media prevede l’erogazione una somma piuttosto elevata e richiede come garanzia la “cessione del quinto” dell’importo mensile dello stipendio, cioè il 20% dello stipendio netto. Compass, finanziaria del gruppo Mediobanca, propone una cessione del quinto con requisiti minimi e tassi interessanti. Scopriamo di più.

Durata Importo
da 24 a 84 mesi da 5.000€ a 30.000€

Requisiti e documenti richiesti: accesso anche ai dipendenti privati

Per richiedere una cessione del quinto Compass occorre essere dipendenti pubblici o statali, o pensionati, oppure dipendenti di aziende private. È questa una novità, introdotta nel sistema italiano del credito solo da qualche anno, nel panorama della cessione del quinto, di norma disponibile solo per pensionati e dipendenti statali o pubblici.

Il richiedente dovrà avere un’età compresa tra i 18 ed i 63 anni ed un contratto a tempo indeterminato, oppure, se pensionato, al massimo 85 anni alla scadenza del finanziamento ed una pensione mensile di importo minimo di 495,43 euro.

All’atto della richiesta occorre presentare un documento di identità valido, un codice fiscale, il certificato di stipendio e l’ultima busta paga. A tali documenti i pensionati dovranno sostituire al certificato di stipendio il cedolino della pensione e presentare, in più, una certificazione di quota cedibile da parte dell’ente previdenziale a cui sono iscritti (per Inps ed Inpdap i documenti sono presenti già nella filiale della banca). Per prima cosa però è sempre consigliata la richiesta del preventivo (vedi anche Guida preventivo prestito online).

Erogazione e tassi di interesse applicati e opinioni

La cessione del quinto Compass è richiedibile anche da chi ha altri finanziamenti in corso oppure ha avuto in passato difficoltà di pagamento. Un acconto della cifra richiesta avviene già dopo pochi giorni sul conto corrente del richiedente, attraverso assegno o bonifico bancario, mentre le rate (da 24 a 120, di cui l’importo è fisso e stabilito preventivamente in sede di colloquio, insieme all’entità complessiva dell’erogazione) vengono decurtate al momento della ricezione della busta paga.

Per quanto riguarda gli interessi, il TAN è fisso per tutta la durata del rapporto, mentre il TAEG varia secondo la durata del finanziamento: fino a 60 mesi si aggira intorno al 9,14%, dopo i 60 mesi arriva al 9,31%. Importante sottolineare, infine, che nel pagamento delle rate non è inclusa alcuna spesa istruttoria e che alla stipula della cessione del quinto Compass associa anche una polizza obbligatoria, per una maggiore tutela in caso di morte del richiedente.

Per tutte le info più dettagliate si può comunque visitare il sito web www.compass.it o fissare un appuntamento in filiale attraverso il form dedicato, iter da seguire anche se si hanno i requisiti minimi per poter richiedere un eventuale rinnovo di cessione del quinto già in essere.

Prodotti Compass

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *