Mutui senza busta paga – Agevolazioni acquisto prima casa

Mutuo senza busta paga per giovani e autonomi: chi può ottenerlo?

La crisi economica che ha investito il mondo ha portato conseguenze importanti anche nel mondo del lavoro, in cui un posto fisso a tempo indeterminato ha lasciato ormai lo spazio ad altre forme di contratti lavorativi precari e senza garanzie.

I sogni e gli obiettivi dei consumatori però non cambiano anche se si devono ovviamente adeguare alle variazioni economiche cui tutti siamo sottoposti, ma è indubbio che comprare una casa resta in cima alla lista dei desideri di tutti: giovani coppie, famiglie appena formate o single.

È possibile accedere a un mutuo senza busta paga?

Mutui ipotecari e garanzie accessorie

Tra le soluzioni di più facile accesso che prevedono che il richiedente abbia altre forme di garanzia troviamo:

  • appoggiarsi ad un co-obbligato o con un garante economicamente solidi che si assumano la responsabilità del prestito in caso di inadempienza da parte dell’intestatario;
  • sottoscrivere un mutuo ipotecario che, attraverso l’accensione di un’ipoteca su un immobile di proprietà del richiedente, permette di ottenere quella liquidità necessaria per poter acquistare l’immobile oggetto di interesse. Si tratta quindi di un mutuo di liquidità ma con ipoteca anziché chirografario (vedi anche Prestiti liquidità).

Mutui per titolari di altri redditi e mutui agevolati

Sono molte oggi le forme contrattuali di lavoro diverse da quelle a tempo indeterminato e sono conseguentemente nati prodotti finanziari ad hoc per chi può dimostrare un reddito continuativo.
Esistono poi dei mutui agevolati che propongono tassi di interessi ridotti e sono rivolti a determinate categorie di persone che hanno contratti di lavoro atipico e desiderano acquistare la loro prima casa. Tali mutui sono coperti e garantiti da uno speciale Fondo di Garanzia per i mutui prima casa per avere accesso al quale sono necessari determinati requisiti:

  • che l’ammontare richiesto non superi i 250.000 €;
  • che l’abitazione oggetto d’acquisto non sia di lusso, ovvero non rientri nelle categorie catastali A1, A8, A9;
  • che almeno uno dei richiedenti abbia meno di 40 anni.

Trattandosi di un prodotto finanziario agevolato verrà data la precedenza alle giovani coppie o ai nuclei familiari monogenitoriali con figli minori, per tutelare le categorie più fragili. Sono molte le banche che hanno aderito al fondo ampliando l’offerta con prodotti personali grazie ai quali è possibile allargare ulteriormente il bacino di utenza, anche senza garante.
Primo fra tutti merita di essere menzionato il Mutuo Valore Italia Giovani di Unicredit grazie al quale è possibile finanziare fino al 100% del valore dell’immobile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *