Prestiti protestati senza cessione del quinto: 3 consigli

3 Alternative al prestito con cessione del quinto per protestati

Fino a poco tempo fa l’iscrizione del proprio nome all’interno della liste nere dei soggetti protestati era sinonimo di totale preclusione ad ogni tipo di nuovo credito economico. La rigidità delle banche, fortunatamente, si sta muovendo verso territori più flessibili, sintomo che anche per questo tipo di clientela esista la possibilità di avanzare richieste di prestito.

La forma principale di finanziamento per protestati è la cessione del quinto: in molti casi, però, i richiedenti del prestito sono poco avvezzi a far conoscere la personale situazione economica al proprio datore di lavoro, e prediligono optare per altre tipologie di erogazione di nuova liquidità. In altre situazioni, invece, i criteri di accesso al credito, come il periodo di anzianità lavorativa, non sono soddisfatti e quindi la cessione del quinto dello stipendio non può essere attuata.

Com’è possibile, allora, per questo tipo di soggetti ottenere un prestito senza la cessione del quinto? Grazie a 3 pratici consigli tutto può essere risolto nel modo migliore.

  1. Scegliere il prestito cambializzato

    E’ una delle forme più semplici di prestito personale per protestati. I soggetti richiedenti, infatti, tramite la sottoscrizione di cambiali a garanzia, possono rimborsare, sia nel breve che nel lungo periodo, il debito residuo accordato dall’istituto. Il prestito cambializzato, inoltre, rappresenta una soluzione ideale anche per chi non possiede una busta paga. L’ammortamento del rimborso del debito avviene sempre a tasso fisso, con effetti cartacei a importo costante.

  2. Ottenere un prestito delega

    Se il rapporto con il datore di lavoro è positivo, un soggetto protestato può ottenere un prestito delega, a titolo di anticipo del proprio stipendio, per un importo che può arrivare fino al 40% della retribuzione mensile. A differenza della cessione del quinto, che non può in alcun modo superare il 20%, con il prestito delega le somme richieste possono essere notevolmente maggiori. Per questo motivo, tale forma di finanziamento è ideale per chi ha necessità di ottenere ingenti somme con breve preavviso.

  3. Presentare un garante economicamente solido

    C’è ancora un modo per i soggetti protestati per ottenere un prestito senza dover ricorrere alla cessione del quinto dello stipendio. La soluzione si chiama garante: infatti gli istituti bancari e le finanziarie sono fortemente motivate nell’erogare un prestito a chi presenta solide posizioni economiche a garanzia del debito. Un fattore, quindi, quello del garante che rappresenta la soluzione più vicina alle caratteristiche di chi ha poca dimestichezza con le cambiali ed al tempo stesso, non vuole coinvolgere il proprio datore di lavoro nelle questioni economiche private.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *