Terzo Valore – Crowdfunding o Social Lending?

Terzo Valore: la piattaforma per prestiti e donazioni

Ormai le piattaforme di crowdfunding in Italia si stanno diffondendo sempre di più, basti pensare che il numero attuale è di circa una cinquantina e diverse altre sono già in fase di sviluppo.

Questa forma di finanziamento collettivo ha già ottenuto grandi risultati, riuscendo a racimolare interessanti fondi per il restauro di opere d’arte, o per girare un film, o costruire una scuola, fino a organizzare il proprio matrimonio. Insomma, si parla quindi di finanziare progetti che diano un certo valore sociale, sono invece meno finanziate le raccolte fondi per scopi personali, anzi, in certi casi non vengono nemmeno prese in considerazione. Vedi anche il progetto Garanzia Giovani

Un servizio per le organizzazioni

Oggi parliamo di Terzo Valore, una piattaforma di crowdfunding decisamente differente da tutte le altre. Nata come servizio di Banca Prossima con sede a Milano, la banca dedicata al mondo no-profit sia laico che religioso e che fa parte parte del Gruppo Intesa Sanpaolo. (Vedi anche prestiti Intesa San Paolo)
Ma cosa si può fare con questa particolare piattaforma di raccolta fondi ? Ebbene, attraverso Banca Prossima online è infatti possibile sostenere progetti di associazioni no-profit prestando o donando denaro, avendo alle spalle un gruppo bancario molto rinomato, a maggior garanzia di professionalità e sicurezza.


Terzo Valore si propone quindi come un servizio al quale le organizzazioni no-profit possono appoggiarsi una volta che i loro progetti sono stati accuratamente selezionati, ottenendo dei finanziamenti a tassi molto agevolati rispetto alle normali procedure bancarie e anche attraverso donazioni che vanno così ad abbassare la soglia del finanziamento richiesto.

Come funziona

Le persone fisiche residenti in Italia, Società o fondazioni, quindi una persona giuridica sempre residente in Italia, possono registrarsi su Terzo Valore, senza obbligo di donare o prestare denaro.
I donatori hanno due possibilità:

Prestobene: è la formula per prestare denaro ai progetti sociali, indicando la cifra desiderata e il tasso di interesse che è variabile da zero al massimo disponibile indicato dall’organizzazione del progetto.
Viene quindi stipulato un contratto tra il donatore e l’organizzazione con durata da 12 a 120 mesi, con rata di rimborso semestrale.
Possono essere prestati da un minimo di 500€ per progetto a un massimo di 50.000€ in totale (limite valido sia per le persone fisiche che giuridiche).

Dono: questa formula invece consiste nella classica donazione, con un importo minimo che di solito è di 10 €; si può decidere anche di versare una parte di denaro come prestito e una parte sotto forma di donazione, il tutto sempre tramite Banca Prossima online.

Informazioni aggiuntive

Le organizzazioni che vogliono entrare a far parte di Terzo Valore devono superare dei criteri di selezione e di ammissione e solo progetti che Banca Prossima è disposta a finanziare.

Infatti con la modalità PrestoBene, la banca finanzia il 33% dell’importo necessario, a ulteriore garanzia della bontà della piattaforma in questione. Visto che si tratta di una sorta di finanziamento si dovrà quindi firmare e consegnare in formato elettronico una Dichiarazione di Debito.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *