Prestito per matrimonio – Come pagare a tasso zero le nozze

Prestiti per matrimonio – Le alternative all’Inps

Il giorno del matrimonio è sicuramente uno dei giorni più importanti nella vita delle persone, non solo per quello che il matrimonio rappresenta, ma anche per gli importanti investimenti che vengono effettuati per raggiungere questo traguardo.

Location, bomboniere, abiti, logistica per gli invitati, viaggio di nozze rappresentano infatti solo alcune delle voci richieste dall’organizzazione di una cerimonia tradizionale, voci che possono far lievitare di non poco il budget che si è deciso di stanziare. In questi casi può venire incontro quello che viene chiamato “prestito per matrimonio”. Scopriamo di cosa si tratta e come ottenerlo.

Prestito finalizzato o personale

Il prestito per matrimonio non è altro che un finanziamento agevolato per realizzare il matrimonio, permettendo così agli sposi di realizzare il loro sogno senza affanni né ansie. Vi sono due modi per chiedere un prestito per sposarsi: attraverso un prestito finalizzato oppure un prestito personale.

Il primo è quello che si può ottenere direttamente dal rivenditore, che ha stipulato degli accordi legati ad una banca ed offre questa opportunità agli sposi/acquirenti. Questo tipo di finanziamento è però legato ad un solo prodotto: viaggio di nozze, bomboniere, i mobili per la casa e così via.

Esiste poi un’altra strada, che è quella del prestito personale mirato al matrimonio. In questo caso la banca o l’istituto finanziario mette a disposizione degli sposi una somma, che loro spenderanno per tutto ciò che attiene l’organizzazione della cerimonia.

Le varie proposte sul mercato

Come finanziamento agevolato in senso stretto c’è la possibilità in favore dei dipendenti pubblici di richiedere prestito Inps ex Inpdap. Inoltre sul mercato esistono diverse possibilità di scelta, messe a disposizione da molte banche e da Poste Italiane per il matrimonio.

Findomestic, ad esempio, propone i suoi finanziamenti per cerimonie: 5.000 euro che possono essere pagati in 48 rate base mensili da 125,50 euro (il piano può essere poi personalizzato in filiale). I tassi qui sono fissi e prevedono un Tan al 9,45% ed un Taeg al 9,87% (per ulteriori informazioni: www.findomestic.it).

Agos Ducato punta invece su flessibilità ed importi più elevati: il prestito può essere concesso anche 48 ore dopo la richiesta ed i tassi, su un importo di 10.000 euro rimborsabili in 120 mesi con rate da 128,70 euro al mese equivalgono ad un Tan fisso all’8,91%, e ad un Taeg al 10,26% (informazioni su www.agosweb.it).

Carrefour Banca, infine, concede finanziamenti fino a 30.000 euro con la prima rata da rimborsare dopo 30 giorni e pagamento fino a 120 mesi (vedi anche Opinioni Carta Pass). (info: www.carrefourbanca.it). Non bisogna infine dimenticare che per ottenere un prestito per matrimonio occorre un reddito dimostrabile, oltre che la residenza in territorio italiano ed un’età compresa tra i 18 e i 75 anni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *