Prestito con delega di pagamento: conviene il doppio quinto?

Doppia cessione del quinto dello stipendio o pensione

Quando si ha bisogno di una somma piuttosto elevata attraverso un finanziamento ma si ha già in corso un ulteriore prestito, di cui si è ancora lontani dal saldo finale, un prestito con delega di pagamento può essere una soluzione.
Si tratta di un finanziamento che viene di solito chiamato anche “cessione del doppio quinto” poiché può essere rimborsato con dilazione massima di 10 anni e tramite l’affiancamento alla cessione del quinto dello stipendio, per cui si arriverebbe a 2/5 dell’importo della busta paga (in altre parole viene trattenuto circa un altro 20%, per un totale del 40% dello stipendio).

Quanto però conviene questa particolare tipologia di finanziamento e a chi? Cerchiamo di capirlo.

Chi può richiederlo

Il prestito con delega o con cessione del doppio quinto può essere richiesto da tutti i pensionati, ma anche dai dipendenti statali e pubblici, o del settore privato, quando previsto dalla finanziaria o dalla banca erogante (com ad esempio Unicredit, Findomestic, e anche finanziarie di minori dimensioni specializzate su questo tipo di prestiti personali).

La condizione per ottenere il prestito però è che venga stipulata una sorta di convenzione tra la banca che erogherà la somma e l’ente statale presso cui lavora il richiedente. Questo tipo di finanziamento può essere richiesto anche dai dipendenti privati, a patto che sia il datore di lavoro chela banca o l’istituto finanziario concedano un nulla osta, e dai pensionati, purché non abbiano superato il novantesimo anno di età ed usufruiscano di una pensione non inferiore ai 443,12 euro mensili (vedi anche Guida al preventivo del prestito online) .

Per ottenere la somma di cui ha bisogno con la cessione del doppio quinto, il richiedente dovrà dimostrare di possedere una certa anzianità di servizio (requisito che varia e non è sempre lo stesso per tutti gli istituti erogatori) ed un buon TFR, mentre il datore di lavoro dell’ente o dell’azienda dovrà dimostrare di possedere un buon coefficiente assicurativo.

Conviene?

Un prestito con delega o cessione del doppio quinto può tornare utile quando si ha già in corso un prestito con cessione del quinto ma non si riesce ancora a raggiungere una cifra che possa saldare le proprie spese o debiti.
Conviene, altresì, in tutti quei casi in cui si ha la necessità di una liquidità importante (ad esempio 80 mila euro o giù di lì) che non potrà essere finanziata da altre forme di prestiti.

Questo tipo di finanziamento può dimostrarsi, infine, conveniente quando non si è assunti a tempo indeterminato ma con un contratto a termine, che però risulta troppo breve per coprire tutto il prestito con la sola cessione del quinto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *