Prestiti facili e veloci: più sicuri online o in banca?

Come ottenere online un prestito a tasso basso in tempi brevi

Oggi ottenere dei prestiti facili e veloci non è difficile, a patto che si sappia dove cercare e non ci si affidi a fantomatiche “finanziarie” improvvisate. Sapere dove cercare significa anche conoscere bene lo strumento web, dal momento che molti di questi prestiti personali sono ottenibili in modalità online, con grande vantaggio da parte dell’ente erogatore, che “salta” alcuni passaggi burocratici, e del cliente, che riceve il finanziamento in tempi più brevi.

Da qui però nasce anche la domanda che molti utenti si pongono: i prestiti personali sono più sicuri online o in banca? Proviamo a rispondere cercando di essere più chiari possibile, fermo restando che la maggioranza dei prestiti personali sono accessibili sia per dipendenti che per autonomi, con la sola eccezione della cessione del quinto.

La differenza tra un prestito online ed uno in banca

I prestiti personali possono essere richiesti ed ottenuti in banca, dove viene proposto un piano preventivo completo di tutte le informazioni (importo erogabile, numero di rate, tassi di interesse e così via) e poi, dopo la visione di alcuni documenti, si riceve un contratto da firmare e la cifra richiesta.

Per fare tutto ciò potrebbero però essere necessari dei giorni. La stessa pratica può essere avviata anche online in poche ore (vedi anche Prestiti online immediati): in tal caso però tutti i documenti dovranno essere scansionati ed inviati via e-mail ed in modalità cartacea con firma, dopodiché, se la banca approva, si riceve il finanziamento. Il dubbio dei clienti qui nasce proprio dall’invio e-mail: i dati sono al sicuro? Non si rischia una truffa?

Come capire se un prestito online è sicuro

I prestiti facili e veloci richiesti online normalmente non comportano problemi. Per stare tranquilli, comunque, è bene verificare alcune cose. Innanzitutto l’istituto a cui ci si rivolge deve essere conosciuto e rinomato: meglio non fidarsi di società mai sentite o che dicono di essere nate da poco e che quindi sono alla ricerca di nuovi clienti. Una buona idea è quella di effettuare una ricerca sul web e raccogliere molte opinioni sull’istituto in questione.

In secondo luogo occorre verificare se la banca o l’istituto finanziario a cui si sta richiedendo il prestito sono autorizzati ad operare dalla Banca d’Italia. Per farlo si può consultare il sito Internet di quest’ultima, alla voce “Elenco intermediari finanziari ex art. 106”. Infine, bisogna che, all’atto dell’invio della documentazione, venga reso noto al cliente il rispetto delle normative sulla privacy.

In linea di massima, comunque, prestiti facili e sicuri online vengono concessi da istituti come Findomestic, Agos, Compass e da tutte le banche più solide, come Santander ed Hello Bank per Bnl.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *