Richiesta finanziamento auto usata – Concessionaria o privato?

Conviene acquistare un’auto usata tramite finanziamento?

L’acquisto dell’autovettura è senza ombra uno dei motivi principali che spinge gli italiani a rivolgersi a banche e finanziarie per richiedere un prestito perché come risaputo le automobili hanno costi mediamente elevati e non sono molte le persone che possono permettersi di acquistarne una pagandola subito completamente.

Sono due le possibilità che il mercato offre agli automobilisti che intendono acquistare un’autovettura con un prestito dedicato, fermo restando che in entrambi i casi bisogna possedere i requisiti fondamentali, ovvero una capacità reddituale sufficiente per poter restituire il debito e non essere segnalati come cattivi pagatori nella banche dati principali né essere iscritti al Registro Informatico dei Protesti.

Acquisto auto usata in concessionaria

Il finanziamento per l’acquisto di un’auto usata che come dimostrano le statistiche in questi tempi di crisi viene preferito a quello di una nuova, è un prestito un po’ particolare che risulta essere più limitato nelle condizioni rispetto a quelle di un finanziamento per un’automobile appena uscita dalla casa automobilistica. (Vedi anche Incentivi Rottamazione auto)

Questo avviene perché per poter concedere ai propri clienti la possibilità di acquistare un veicolo, un concessionario deve stipulare una convenzione con qualche agenzia finanziaria che gli dà la libertà di proporre direttamente il finanziamento al potenziale acquirente che si presenta in concessionaria.

Solitamente le finanziarie prediligono stipulare contratti con i grandi brand dell’auto che sono interessati a vendere i modelli nuovi appena usciti dalla fabbrica, in quanto ciò è garanzia di maggiori guadagni. È in questo segmento della commercializzazione delle autovetture che troviamo i migliori prestiti per auto, come quelli a tasso zero, per esempio, che spesso vediamo sponsorizzati nelle varie campagne pubblicitarie.

Questo tipo di prestito rientra nella categoria di quelli finalizzati, ovvero di quelli il cui importo deve obbligatoriamente essere speso per l’acquisto del bene in oggetto tant’è che la finanziaria, in caso di approvazione, liquida direttamente il dealer, il concessionario, il quale guadagna anche una commissione per aver procacciato il cliente all’azienda.

Partendo da quanto detto finora si comprende come sia meno vantaggioso stipulare un contratto di finanziamento direttamente in concessionaria quando ci si trova ad acquistare un’auto usata, prodotto che solitamente viene commercializzato da concessionari privati non molto grandi e che non sono, quindi, in grado di stipulare accordi particolarmente vantaggiosi con le principali agenzie finanziarie.

Acquisto auto usata tramite prestito personale

La richiesta di un prestito personale non per forza finalizzato richiesto direttamente in banca o presso una finanziaria, se si posseggono i requisiti necessari, può essere un’ottima alternativa quando ci si appresta ad acquistare un’automobile usata, perché permette di entrare in possesso dell’intera somma, o di quella mancante, che deve essere corrisposta al venditore.

La maggior flessibilità di questo tipo di finanziamento permette di poter scegliere con più cura, mettendo a confronto più preventivi, il prestito più idoneo alla propria condizione lavorativa ed economica, oltre a concedere l’opzione di poter acquistare la propria auto anche da un privato, magari consultando i numerosi annunci presenti sul Web.
Non va dimenticato, però, che in questo caso i tassi saranno sicuramente più alti e sarà praticamente impossibile trovare un prestito a tasso zero (vedi anche Auto a tasso zero), prodotto finanziario che di solito viene proposto solo in determinate condizioni a fini promozionali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *