Finanziamento auto senza busta paga: è possibile?

Finanziamento auto senza busta paga e garante

Non è facile oggi riuscire ad ottenere un prestito quando non si ha un reddito certificato che attesti la propria solvibilità, poiché la crisi finanziaria che ha caratterizzato gli ultimi anni ha reso le banche molto più diffidenti nei confronti dei clienti rispetto al passato, in cui era molto più semplice accedere a linee di credito anche per somme ingenti.

Se ci si trova, dunque, nella necessità di acquistare un’automobile è possibile accedere ad un finanziamento auto senza avere una busta paga?

Nonostante le difficoltà che si possono incontrare, la risposta è sì. Esistono, infatti, Istituti di Credito che, a fronte di altre garanzie che vengono prestate dal soggetto richiedente o da terzi, erogano dei prestiti anche a chi non possiede un lavoro a tempo indeterminato (vedi anche Prestiti con Mediatore Creditizio).

Vediamo insieme quali sono le modalità alternative per poter garantire il capitale finanziato e poter ottenere un finanziamento auto senza busta paga.

Dichiarazione dei redditi

Esistono categorie di lavoratori che, seppur non possano contare su una busta paga regolare e periodica nel tempo, hanno comunque la possibilità di certificare il proprio reddito. Stiamo parlando dei liberi professionisti, lavoratori autonomi, gli artigiani, i commercianti e, più in generale, tutti coloro che possiedono una Dichiarazione dei Redditi o una qualunque certificazione che attesti un reddito annuale. Tali documenti sono validi come garanzia alternativa allo stipendio percepito come lavoratore dipendente o pensionato.

Contratto di affitto in qualità di locatore

Un altro modo per poter ottenere un finanziamento auto senza busta paga è presentare un contratto di affitto regolare in cui si figuri come locatore. L’entrata fissa del canone di locazione rappresenta una garanzia sufficiente per farsi concedere un prestito, il cui importo e la cui durata, però, sono strettamente connessi alle caratteristiche del contratto di affitto stesso.

Cointestatario o garante

Questa è la soluzione più utilizzata di solito per ottenere un prestito senza poter garantire redditi certi: un terzo soggetto, con una posizione finanziaria stabile e solida, che diventi cointestatario del finanziamento stesso o si presti come garante. In entrambi i casi questo soggetto si assume la responsabilità di estinguere il debito nel caso in cui il titolare risulti inadempiente.

Versamenti regolari sul conto corrente

Non essere in possesso di busta paga o di Dichiarazione dei Redditi non significa che non si ricevano regolari versamenti da lavori regolati da altri tipi di contratto, ad ore, a progetto, collaborazioni autonome e quant’altro; è inoltre possibile che si ricevano entrate non collegate ad attività lavorative, come le rendite o i vitalizi. Dimostrare che sul proprio conto corrente bancario o postale ci sono versamenti periodici e regolari che possono valere come garanzia alternativa per poter ottenere un prestito auto senza busta paga.

Conclusioni

In ogni caso ciascuna concessionaria segue delle regole proprie. Alcune d esempio prevedono la vendita con il prestito cambializzato o forme analoghe.

Quindi è sempre bene informarsi presso le concessionarie che vendono le auto che interessano, visto che non c’è una sola regola che viene seguita: non solo lo stesso marchio della concessionaria che si trova a Catania rispetto a quella di Milano può applicare norme di vendita molto differenti, ma la stessa cosa accade nella stessa città e persino tra rivenditori di auto vicini (vedi anche Prestiti di 40000 euro con rata bassa).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *