Fiditalia Cessione del Quinto – Conviene Quintocè?

Opinioni sulla cessione del quinto dello stipendio o pensione Fiditalia

La cessione del quinto è una modalità di prestito rivolta esclusivamente ai pensionati e ai lavoratori dipendenti. La somma di denaro richiesta ed ottenuta può essere rimborsata con rate mensili molto comode da restituire, perché trattenute direttamente a monte sulla pensione o sullo stipendio. Per la determinazione della rata deve essere rispettato il rapporto pari ad “un quinto” della “quota cedibile” calcolata sugli emolumenti netti. Una volta determinata la rata che può essere concessa, moltiplicandola per il numero dei rimborsi, si determina invece la somma massima complessivamente concedibile che può essere condizionata da un tetto massimo previsto dalla banca o dalla finanziaria concedente.

Per ottenere la cessione del quinto non vi è la necessità di presentare alcuna altra garanzia o garante al di fuori dello stipendio o della pensione. Vediamo quindi quali sono le caratteristiche e le condizioni che offre Fiditalia con il suo finanziamento specificatamente creato e denominato Quintocè.

Le caratteristiche del Quintocè Fiditalia

La cessione del quinto Fiditalia presenta una caratteristica abbastanza singolare: esiste un solo prodotto, appunto chiamato “Quintocè” che può essere richiesto dai dipendenti privati, pubblici e dai pensionati. Si tratta di una particolarità perché per molte altre banche (come ad esempio Ubi Banca, Unicredit, Intesa SanPaolo) le offerte vengono effettuate con prodotti differenti a seconda che si tratti almeno di cessione del quinto della pensione oppure dello stipendio.

Non è previsto un importo massimo richiedibile (che dipende ovviamente dalla rata massima ottenibile e dalla durata di rimborso scelta oppure ottenibile). La durata dei rimborsi deve essere compresa tra 24 e 120 mesi. Il TAN e il TAEG dipendono dal “profilo” di rischio del richiedente, quindi: il tasso più basso è applicato ai dipendenti privati, poi seguono i pensionati (in virtù della convenzione firmata con l’Inps) e quindi a chiudere ci sono i dipendenti privati, in parte condizionati anche dall’ affidabilità e solidità del loro datore di lavoro.

I costi di istruttoria sono pari a 350 euro, ai quali si aggiungono 16,00 euro di imposta di bollo per sottoscrizione del nuovo contratto. Ovviamente deve essere considerato anche l’importo della quota assicurativa Cpi, che è obbligatoria per legge.

Come richiederlo?

Il prestito “Quintocè” deve essere richiesto direttamente presso le filiali Fiditalia più vicine, ma è possibile fissare un appuntamento contattando il numero verde 800-558800.

Requisiti per ottenere la cessione del quinto Fiditalia

Ferme restando le condizioni oggettive che bisogna avere per accedere alla cessione del quinto (contratto di lavoro a tempo indeterminato o pensione) la cessione del quinto Fiditalia prevede anche come requisiti anagrafici il raggiungimento di un’età che sia compresa tra i 18 ed i 72 anni. Per i soli dipendenti privati la somma massima concedibile è condizionata anche dal Tfr accantonato (limite che non sussiste invece per i dipendenti pubblici).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *