Credito Veloce – Prestiti anche per cattivi pagatori

Credito Veloce – Prestiti cambializzati

La società finanziaria Credito Veloce è regolarmente iscritta all’albo Unico degli Intermediari finanziari della Banca di Italia, con numero di iscrizione 160 ed è associata alla Afin. Ha un capitale sociale di 2 milioni di euro e la sede legale si trova a Genzano di Roma mentre quella operativa a Roma.

L’erogazione del credito, che è sotto forma di prestiti personali, viene effettuata direttamente presso una di queste due sedi. Al di là delle opinioni e di eventuali recensioni, un aspetto sul quale punta fortemente questa società è il controllo dei rischi e le soluzioni aperte a cattivi pagatori. Da quanto si evince dal sito si considerano finanziabili coloro che sono segnalati per ritardati pagamenti, mentre non lo sono coloro che hanno segnalazioni di rate non pagate.

Quali prestiti eroga?

Il prestito personale è l’unica tipologia di finanziamento prevista non essendoci proposte per quello finalizzato. In particolare per il prestito personale è prevista le forma più sicura e meno esposte ad insolvenza, ovvero il prestito con cambiali. In particolare possono richiedere prestiti alla società Credito Veloce:

  • i dipendenti pubblici e statali;
  • i dipendenti di un’azienda privata;
  • i pensionati.

Per ogni categoria sono poi previsti dei requisiti specifici e dei requisiti generali. Quelli generali rimandano all’età che deve avere il richiedente che va da un minimo di 18 anni ad un massimo di 75 anni (a questa età deve corrispondere il rimborso integrale del prestito ottenuto). I requisiti invece specifici per ciascuna categoria sono:

Dipendenti settore privato

Sono richiesti almeno 12 mesi di anzianità nell’attività lavorativa. La società per cui si lavora deve essere con veste giuridica spa o srl e deve avere più di 10 dipendenti. Inoltre il contratto deve essere a tempo indeterminato.

Dipendenti settore pubblico

Per i dipendenti pubblici i requisiti specifici sono: almeno 6 mesi dalla data di assunzione e contratto a tempo indeterminato.

Pensionati

Il pensionato deve percepire la pensione da almeno 6 mesi. Inoltre la pensione deve essere superiore a 1000 euro mensili (che devono essere al lordo di cessioni del quinto già presenti).
N.B: i requisiti richiesti necessari possono anche non essere posseduti dal richiedente il finanziamento, ma da un garante. (Info da sito ufficiale Credito Veloce – data: 18/01/2017).

Il finanziamento cambializzato

Il prestito con cambiali, come già accennato, prevede l’erogazione diretta in sede. Quindi si può scegliere di recarsi direttamente in una delle due sedi (a Roma in via G. Ferrari 35 e a Genzano di Roma in Viale G. Matteotti 20) per avviare la procedura di richiesta e valutazione, e eventualmente ottenere la somma accordata e provvedere alla firma delle cambiali.

La fase iniziale può partire però anche con contatto telefonico (Roma tel +39 06 3701129 e Genzano di Roma tel +39 06 9362735) oppure inviando una mail a contatti@creditoveloce.it. Sia se si va direttamente in una delle sedi o si cerca il contatto telefonico bisogna rispettare gli orari di apertura che sono: dalle ore 8,30 alle ore 13 e poi dalle ore 15 alle ore 18,30.

Infine c’è la possibilità di compilare il form online presente alla sezione Contatti del sito, per ottenere un ricontatto da parte di un consulente di Credito Veloce

Infine c’è la possibilità di usare il contatto whatsapp al quale si può accedere direttamente se si seleziona l’icona presente sul sito accedendovi con cellulare. In alternativa è possibile salvare il numero telefonico dedicato in rubrica (+393495648122) ed aggiungerlo come contatto nell’app Whatsapp del proprio device.

Richiesta preventivo online

Cliccando sull’apposito tasto Richiedi un Preventivo si apre la modalità di contatto con un consulente.

Caratteristiche prestito cambializzato

Le caratteristiche e condizioni principali del prestito con cambiali offerto da Credito Veloce sono:

  • tasso fisso per tutta la durata del finanziamento;
  • durata per il rimborso da un minimo di 3 mesi ad un massimo di 36 mesi;
  • esito nell’arco di 24 ore;
  • importo che può essere ottenuto compreso tra i 1000 e i 5 mila euro.

Per conoscere invece le condizioni economiche del momento bisogna partire con un preventivo personalizzato. A mero titolo di esempio, sul sito ufficiale, troviamo le condizioni applicabili in questo periodo (rilevazione in data 18 gennaio 2018) sul prestito con cambiali per un importo richiesto di 5 mila euro e scegliendo la durata massima di 36 mesi:

  • importo complessivamente da restituire alla scadenza di 6.396,32 euro;
  • Teg pari a 16,66%;
  • TAEG è 18,18% con un TAN Fisso 15,50%.

Nell’esempio sono stati calcolati gli interessi di preammortamento pari a 36,52 euro. Le spese di istruttoria sono invece assenti così come le spese di incasso e di gestione della pratica. Vanno invece considerate i costi di imposta di bollo pari a 16 euro, con in più l’imposta sulle cambiali di 75,60 euro. Non sono applicate invece spese di comunicazione periodica o annuale.

Documenti necessari

Per far partire la richiesta sono necessari alcuni documenti, che è bene portare con sé fin da subito (anche al primo contatto con un consulente). Questi documenti sono:

  • documento di identità in corso di validità;
  • tessera sanitaria;
  • ultime due buste paga per i dipendenti e cedolino della pensione ultimo per i pensionati;
  • certificazione Unica;
  • ultima utenza pagata;
  • Iban e lista movimenti del proprio conto corrente degli ultimi 60 giorni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *